Piano Industria 4.0 e Voucher Digitalizzazione 2024

piano-transizione-40-2023-credito-imposta-voucher-digitali-re

Le agevolazioni Industria 4.0, le aliquote per il credito imposta e i nuovi bandi Voucher Digitalizzazione 2024 per le PMI e Medie Imprese di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Bologna.

 Articolo aggiornato il 13 Giugno 2024

Piano Transizione Industry 4.0 e Credito di Imposta 4.0 previsti per il triennio 2023-2024-2025

 

Ricordiamoci prima cos’è il Piano Industria 4.0 e il Credito Imposta 4.0 2022

Si tratta di agevolazioni sotto forma di incentivi 4.0 e contributi 4.0 inclusi nel Piano Nazionale Industria 4.0 del MISE, volti a supportare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, beni materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato Italiano.

Ne abbiamo parlato nel dettaglio l’anno scorso nell’articolo precedente dedicato al “Piano Transizione e credito imposta 2022”.

 

Le nuove date del Piano Industria 4.0 per il 2023

Il credito d’imposta è riconosciuto per gli investimenti effettuati fino al 30 settembre dell’anno successivo (per il 2023), a condizione che entro la data del 31 dicembre dell’anno in corso il relativo  ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione.

 

Nuovo credito d’imposta 2023 per ricerca, sviluppo, innovazione e design

L’obiettivo è sempre quello di sostenere la competitività delle imprese stimolando gli investimenti in Ricerca e Sviluppo, Innovazione tecnologica, anche nell’ambito del paradigma 4.0 e dell’economia circolare, design e ideazione estetica.

Nei piani incentivi industria 4.0 2023 il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione sarà del 10% della spesa ammissibile.

Per scoprire come ottenere i crediti d’imposta consulta le slide del Mise 2022 contenute nel nostro precedente articolo.

 

Tabelle riepilogative di tutte le nuove ALIQUOTE del Piano Industria 4.0

 

aliquote-credito-imposta-40-2023-2024-2025-tabella-riepilogativa
Nuove aliquote Credito d’imposta 4.0 per Beni Strumentali, materiali e immateriali (software)Credits QSE

 

aliquote-credito-imposta-40-2023-2024-2025-ricerca-sviluppo-innovazione
Nuove aliquote Credito d’Imposta 4.0 per investimenti in Ricerca, Sviluppo, Innovazione e DesignCredits QSE

 

Nuova Sabatini 2023: cosa cambia  

La nuova Sabatini fa parte del pacchetto incentivo industria 4.0 che sostiene gli investimenti delle PMI per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti e beni strumentali, nonché software e tecnologie digitali prevede nel 2023 nuove aliquote per investimenti da minimo 20 mila euro a massimo 4 milioni di euro.

Il contributo del Ministero è di fatto un contributo in conto impianti, il cui ammontare è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati su un finanziamento della durata di cinque anni e di  importo uguale all’investimento, ad un tasso d’interesse annuo pari al:

 

    • 2,75% per gli investimenti ordinari;
    • 3,575% per gli investimenti in tecnologie 4.0 e tecnologie Green, cumulabile con il Credito d’imposta per Investimenti in beni strumentali.

 

SIMULAZIONE GRAFICA con esempi di AGEVOLAZIONI 4.0, CREDITO D’IMPOSTA e nuova Sabatini per investimenti in macchinari e software

 

credito-imposta-40-piano-transizione-esempio-calcolo-grafico-macchinari-software

 


 

Bandi Voucher Digitali 2024 |  Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Bologna

 

Le micro, piccole e medie imprese nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Reggio Emilia, Parma, Piacenza e Bologna, potranno usufruire di finanziamenti sotto forma di voucher a fondo perduto, per progetti di innovazione tecnologica.

 

CHI può accedere ai Bandi Voucher Innovazione Digitale RE-PR-PC-BO

I soggetti beneficiari dei voucher sono tutte le Medie Imprese e PMI con sede legale e/o unità operativa site nelle provincie di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, senza distinzione di categoria o codice Ateco.

 

In COSA consiste il contributo Voucher Digitali 2024 RE | PR | PC

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di VOUCHER a fondo perduto.

L’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA e fino al raggiungimento dell’importo massimo di 10.000 €uro di contributo.

L’investimento complessivo minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000.

Le spese dovranno essere interamente sostenute (fatturate e pagate) a partire dal 01/05/2024 ed entro il 30/04/2025.

I TIPI di INTERVENTO previsti dal Bando Voucher Digitali Reggio Emilia, Parma e Piacenza

Sono finanziabili le seguenti tipologie di spesa:

    • Servizi di consulenza e/o formazione erogati da fornitori qualificati (vedi elenco);
    • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, Licenze d’uso e canoni. Forniamo l’elenco completo dei beni materiali e immateriali contemplati per tutte le agevolazioni industry 4.0:

 

    • robotica avanzata e collaborativa:
    • interfaccia uomo-macchina;
    • manifattura additiva e stampa 3D;
    • prototipazione rapida;
    • internet delle cose e delle macchine;
    • cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
    • soluzioni di cyber security e business continuity;
    • big data e analytics (Es. BI);
    • intelligenza artificiale;
    • blockchain;
    • soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa;
    • simulazione e sistemi cyberfisici;
    • soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain (Es. WMS e Logistica);
    • soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);
    • sistemi di E-commerce;
    • sistemi EDI, electronic data interchange.

Elenco fornitori qualificati per i servizi di consulenza e formazione

a) Competence center, DIH-Digital Innovation Hub, eDIH-European Digital Innovation Hub, EDI-Ecosistema digitale per l’innovazione di cui al Piano nazionale Transizione 4.0, parchi scientifici e tecnologici, centri di ricerca e trasferimento tecnologico, centri per l’innovazione, Tecnopoli, cluster tecnologici ed altre strutture per il trasferimento tecnologico, accreditati o riconosciuti da normative o atti amministrativi regionali o nazionali;

b) incubatori certificati di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e incubatori regionali accreditati;

c) FABLAB, definiti come centri attrezzati per la fabbricazione digitale che rispettino i requisiti internazionali definiti nella FabLab Charter (http://fab.cba.mit.edu/about/charter/);

d) centri di trasferimento tecnologico su tematiche Industria 4.0 come definiti dal D.M. 22 maggio 2017 (MiSE);

e) start-up innovative di cui all’art. 25 del D.L. 18 ottobre 2012, n. 179 convertito, con modificazioni, dalla L. 17 dicembre 2012, n. 221 e s.m.i. e PMI innovative di cui all’art. 4 del D.L. 24 gennaio 2015 n. 3, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2015, n. 33;

f) Innovation Manager iscritti nell’elenco degli innovation manager tenuto da Unioncamere ;

g) ulteriori fornitori, a condizione che essi abbiano realizzato nell’ultimo triennio almeno tre attività, a favore di clienti diversi, per servizi di consulenza alle imprese nell’ambito delle tecnologie di cui all’art. 5. Il fornitore è tenuto, al riguardo, a produrre un’autocertificazione attestante tale condizione, firmata digitalmente, che l’impresa richiedente dovrà allegare alla domanda di contributo;

Relativamente ai soli servizi di formazione, l’impresa potrà avvalersi anche di agenzie formative accreditate dalle Regioni, Università e Scuole di Alta formazione riconosciute dal MIUR, Istituti Tecnici Superiori.
Non sono richiesti requisiti specifici per i fornitori di beni strumentali.

Domande e scadenze per il Bando Voucher PR | RE | PC

Il periodo di presentazione va dalle ore 10:00 del 25/06/2024 alle ore 16:00 del 10/09/2024.
L’assegnazione dei contributi avverrà su ordine cronologico di arrivo.

Scarica il Bando Voucher 2024, Piacenza, Parma e Reggio Emilia in Pdf


BANDO VOUCHER DIGITALIZZAZIONE 2024 Bologna

In COSA consiste il contributo Voucher Digitali 2024 BO

Le agevolazioni saranno accordate sotto forma di VOUCHER a fondo perduto.

L’agevolazione è pari al 50% dei costi sostenuti e ammissibili al netto di IVA e fino al raggiungimento dell’importo massimo di 10.000 €uro di contributo.

Sono finanziabili le seguenti tipologie di spesa:

    • Servizi di consulenza e/o formazione erogati da fornitori qualificati;
    • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, Licenze d’uso e canoni. Forniamo l’elenco completo dei beni materiali e immateriali contemplati per tutte le agevolazioni industry 4.0:

Tecnologie ammissibili

Gli interventi di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle
previste al precedente Elenco 1.
Elenco 1 | Tecnologie ammissibili  al Bando Voucher BO:
a) intelligenza artificiale (Tecnologia prioritaria)*;
b) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica(Tecnologia prioritaria)*;
c) robotica avanzata e collaborativa;
d) interfaccia uomo-macchina;
e) manifattura additiva e stampa 3D;
f) prototipazione rapida;
g) internet delle cose e delle macchine;
h) cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
i) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index,
vulnerability assessment, penetration testing etc);
j) big data e analytics;
k) blockchain;
l) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà
aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
m) simulazione e sistemi cyberfisici;
n) integrazione verticale e orizzontale;

o) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
p) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate
caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le
tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

Elenco 2 | Tecnologie ammissibili al Bando Voucher BO:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing;
i) connettività a Banda Ultralarga;
j) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
k) sistemi di e-commerce;
l) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

* I progetti che prevedono tecnologie di Intelligenza Artificiale e/o Transizione Ecologica (vedi voci a, b, dell’elenco 1) avranno la priorità.

Domande e scadenze per il Bando Voucher Digitali Bologna

Il periodo di presentazione va dalle ore 11:00 del 11/09/2024 alle ore 13:00 del 18/09/2024.
L’assegnazione dei contributi avverrà su ordine cronologico di arrivo.

Scarica il Bando Voucher Digitale 2024 Bologna in Pdf

Chiedi una valutazione personalizzata con i ns consulenti
L’investimento complessivo minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000.

Le SPESE e le TECNOLOGIE finanziabili previsti dal Bando Voucher Digitali | Bologna

Sono finanziabili le seguenti tipologie di spesa:

    • Servizi di consulenza e/o formazione erogati da fornitori qualificati;
    • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, Licenze d’uso e canoni. Forniamo l’elenco completo dei beni materiali e immateriali contemplati per tutte le agevolazioni industry 4.0:

Tecnologie ammissibili

Gli interventi di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle
previste al precedente Elenco 1.
Elenco 1 | Tecnologie ammissibili  al Bando Voucher BO:
a) intelligenza artificiale (Tecnologia prioritaria)*;
b) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica(Tecnologia prioritaria)*;
c) robotica avanzata e collaborativa;
d) interfaccia uomo-macchina;
e) manifattura additiva e stampa 3D;
f) prototipazione rapida;
g) internet delle cose e delle macchine;
h) cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
i) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index,
vulnerability assessment, penetration testing etc);
j) big data e analytics;
k) blockchain;
l) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà
aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
m) simulazione e sistemi cyberfisici;
n) integrazione verticale e orizzontale;

o) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
p) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate
caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le
tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

Elenco 2 | Tecnologie ammissibili al Bando Voucher BO:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing;
i) connettività a Banda Ultralarga;
j) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
k) sistemi di e-commerce;
l) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

* I progetti che prevedono tecnologie di Intelligenza Artificiale e/o Transizione Ecologica (vedi voci a, b, dell’elenco 1) avranno la priorità.

Domande e scadenze per il Bando Voucher Digitali Bologna

Il periodo di presentazione va dalle ore 11:00 del 11/09/2024 alle ore 13:00 del 18/09/2024.
L’assegnazione dei contributi avverrà su ordine cronologico di arrivo.

Scarica il Bando Voucher Digitale 2024 Bologna in Pdf

[/vc_column_text]Chiedi una valutazione personalizzata con i ns consulenti[/vc_column][/vc_row]

L’investimento complessivo minimo ritenuto ammissibile all’agevolazione non può essere inferiore a € 5.000.

Le SPESE e le TECNOLOGIE finanziabili previsti dal Bando Voucher Digitali | Bologna

Sono finanziabili le seguenti tipologie di spesa:

    • Servizi di consulenza e/o formazione erogati da fornitori qualificati;
    • acquisto di beni strumentali materiali e immateriali, Licenze d’uso e canoni. Forniamo l’elenco completo dei beni materiali e immateriali contemplati per tutte le agevolazioni industry 4.0:

Tecnologie ammissibili

Gli interventi di innovazione digitale dovranno riguardare almeno una tecnologia dell’Elenco 1 – inclusa la pianificazione o progettazione dei relativi interventi – ed eventualmente una o più tecnologie dell’Elenco 2, purché propedeutiche o complementari a quelle
previste al precedente Elenco 1.
Elenco 1 | Tecnologie ammissibili  al Bando Voucher BO:
a) intelligenza artificiale (Tecnologia prioritaria)*;
b) soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica(Tecnologia prioritaria)*;
c) robotica avanzata e collaborativa;
d) interfaccia uomo-macchina;
e) manifattura additiva e stampa 3D;
f) prototipazione rapida;
g) internet delle cose e delle macchine;
h) cloud, High Performance Computing – HPC, fog e quantum computing;
i) soluzioni di cyber security e business continuity (es. CEI – cyber exposure index,
vulnerability assessment, penetration testing etc);
j) big data e analytics;
k) blockchain;
l) soluzioni tecnologiche per la navigazione immersiva, interattiva e partecipativa (realtà
aumentata, realtà virtuale e ricostruzioni 3D);
m) simulazione e sistemi cyberfisici;
n) integrazione verticale e orizzontale;

o) soluzioni tecnologiche digitali di filiera per l’ottimizzazione della supply chain;
p) soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate
caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le
tecnologie di tracciamento, ad es. RFID, barcode, etc);

Elenco 2 | Tecnologie ammissibili al Bando Voucher BO:
a) sistemi di pagamento mobile e/o via Internet;
b) sistemi fintech;
c) sistemi EDI, electronic data interchange;
d) geolocalizzazione;
e) tecnologie per l’in-store customer experience;
f) system integration applicata all’automazione dei processi;
g) tecnologie della Next Production Revolution (NPR);
h) programmi di digital marketing;
i) connettività a Banda Ultralarga;
j) sistemi per lo smart working e il telelavoro;
k) sistemi di e-commerce;
l) soluzioni tecnologiche digitali per l’automazione del sistema produttivo e di vendita.

* I progetti che prevedono tecnologie di Intelligenza Artificiale e/o Transizione Ecologica (vedi voci a, b, dell’elenco 1) avranno la priorità.

Domande e scadenze per il Bando Voucher Digitali Bologna

Il periodo di presentazione va dalle ore 11:00 del 11/09/2024 alle ore 13:00 del 18/09/2024.
L’assegnazione dei contributi avverrà su ordine cronologico di arrivo.

Scarica il Bando Voucher Digitale 2024 Bologna in Pdf

[/vc_column_text]Chiedi una valutazione personalizzata con i ns consulenti[/vc_column][/vc_row]

    Contattaci